Tutte le notizie in breve

Tornano d'attualità le parole di Alexander Hamilton, primo segretario al tesoro degli Stati Uniti.

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Sono saliti a sette ma il loro numero potrebbe ancora aumentare: tra i grandi elettori che il 19 dicembre dovrebbero certificare l'elezione di Donald Trump circola il malumore.

Levi Guerra, 19 anni dello stato di Washington, si è unita oggi al numero dei cosiddetti "elettori Hamilton", un gruppetto agguerrito e determinato a votare secondo coscienza quando il Collegio elettorale si riunirà per l'ultimo atto delle presidenziali 2016.

"Ho solo 19 anni ed e' la prima volta che mi coinvolgo in politica", ha detto Levi spiegando perché ha deciso di "mettere il Paese davanti al partito".

L'ultima volta che più di un elettore ha rotto i ranghi risale al 1912, ma accadde solo perché il vicepresidente eletto, James Sherman, morì prima della data del voto.

Il paradosso di quest'anno è che come Levi, i grandi elettori "sleali" vengono da stati "blu" - oltre a Washington, il Colorado: dovrebbero votare Hillary Clinton ma romperanno i ranghi per segnalare che la loro rabbia è rivolta contro il tycoon. Levi ad esempio scriverà sulla scheda il nome di un repubblicano moderato: un modo, ha spiegato - di far conoscere i suoi timori sulla presidenza Trump e per spingere altri grandi elettori in stati repubblicani a seguire il suo esempio. Uno di loro, Art Sisneros in Texas, si è dimesso affermando che non se la sente di votare per il miliardario di Fifth Avenue.

I grandi elettori sono un totale di 538. I sette "infedeli", richiamandosi a quanto scritto da uno dei "Padri della patria", Alexander Hamilton, nei Federalist paper, difendono il voto secondo coscienza, per evitare, proprio come sostenne Hamilton, "che l'ufficio della presidenza cada nelle mani di una persona che non è in massimo grado in possesso delle qualifiche richieste".

Bret Chiafolo, il loro leader sostiene che la protesta non sarà isolata: sarebbero tra 50 e 100 i grandi elettori coast to coast pronti a andare contro la tradizione.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve