Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Donald Trump e Benjamin Netanyahu.

Keystone/AP Government Press Office/KOBI GIDEON

(sda-ats)

"Non penso che andare avanti con gli insediamenti sia un bene per la pace". Lo ha detto il presidente americano Donald Trump in un'intervista ad "Israel HaYom" che la pubblicherà domenica in vista dell'incontro a Washington con Netanyahu lunedì prossimo.

Sul trasferimento dell'ambasciata statunitense da Tel Aviv a Gerusalemme, Trump ha risposto: "Ci sto pensando. Sto studiando la questione e vedremo cosa accadrà. Non è una decisione facile. È stata discussa già da anni. Nessuno ha voluto realizzarla, io ci penso in maniera molto seria".

Trump ha poi aggiunto di "volere la pace in Medio Oriente, forse sarà possibile una pace più vasta che non una pace israelo-palestinese".

Il presidente americano ha quindi sottolineato con Israel HaYom che non "condannerà Israele, ha già passato abbastanza. Comprendo Israele molto bene e l'apprezzo molto".

Poi è tornato sull'accordo con l'Iran definendolo "un disastro per Israele".

Per quanto riguarda l'incontro di lunedì alla Casa Bianca ha detto che Netanyahu "è una buona persona e l'ho sempre avuto in simpatia".

SDA-ATS