Tutte le notizie in breve

Bandiera della Tunisia (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/RIADH DRIDI

(sda-ats)

"Ho la coscienza a posto, ho compiuto fino in fondo il mio dovere". Così il premier tunisino Habib Essid oggi davanti al parlamento del Bardo per il voto di fiducia.

Il capo del governo ha ribadito di essere stato messo sotto pressione perché desse le dimissioni ma ha deciso di sottoporsi al voto in aula per il rispetto delle regole democratiche e per dimostrare a tutti che la Tunisia è una democrazia.

Essid ha difeso l'operato del suo governo non nascondendo la situazione difficile del Paese. Ora il via agli interventi dei singoli deputati e alla fine il voto che si preannuncia scontato, dunque con una fine della sua esperienza al governo.

Per la fiducia sono necessari 109 voti, i deputati presenti sono 186. I partiti della coalizione di governo hanno annunciato di non votare la fiducia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve