Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuove polemiche tra Turchia e Unione Europea sulla questione curda.

A scatenare le ire di Ankara è stato un tweet del commissario all'Allargamento, Johannes Hahn, che ha definito "chiave" il ruolo del partito filo-curdo Hdp per una "soluzione politica" dopo un incontro a Bruxelles con il suo leader, Selahattin Demirtas.

Sempre sul social network, il ministro per gli Affari Europei di Ankara, Omer Celik, non ha nascosto il suo disappunto: "Questo non è il modo giusto di stare dalla parte della Turchia nella sua lotta al terrorismo. L'Ue dovrebbe chiedere all'Hdp di prendere le distanze dal terrorismo del Pkk".

Intanto nel pomeriggio l'aviazione turca ha compiuto nuovi raid contro obiettivi del Pkk nel sud-est del Paese e in nord Iraq. Lo riferiscono le Forze armate di Ankara.

I jet di Ankara hanno distrutto 8 postazioni dei ribelli curdi nella provincia sudorientale di Hakkari, tra cui rifugi, postazioni di osservazioni e contraeree. Un rifugio del Pkk è stato inoltre distrutto nella regione irachena di Gara.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS