Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scrittore turco e premio Nobel, Orhan Pamuk.

KEYSTONE/TI-PRESS/SARA SOLCA

(sda-ats)

"Voglio dire con molta chiarezza che i colpi di Stato militari non sono mai una soluzione ai problemi della Turchia". È quanto afferma in un commento su Repubblica, lo scrittore turco premio Nobel Orhan Pamuk.

"Per tante ragioni diverse, sono critico nei confronti dell'attuale governo dell'Akp, il Partito della Giustizia e dello Sviluppo. Nel corso della mia vita - spiega Pamuk - ho assistito a tre golpe militari riusciti e a quattro falliti. Tutti quanti hanno reso i problemi della Turchia più grandi e la gente più insoddisfatta".

"Sono allora lieto - prosegue - che i partiti di opposizione si siano espressi fin dalle prime ore in termini critici rispetto al colpo di Stato. Perché il futuro della Turchia sta nella piena democrazia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS