Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono 948 le persone arrestate in Turchia con l'accusa di "propaganda terroristica" e "offese alle autorità" per commenti pubblicati sui social network in relazione al doppio attacco bomba del 10 dicembre scorso accanto allo stadio del Besiktas a Istanbul.

A fornire il bilancio di quasi 2 mesi di operazioni è l'agenzia statale Anadolu, precisando che 248 sono le persone tuttora in carcere, mentre altre 700 sono state rilasciate in libertà vigilata o dopo interrogatori. Tra gli arrestati ci sono anche giornalisti, agenti e militari.

L'attentato fu rivendicato dagli estremisti curdi del Tak e uccise 46 persone.

SDA-ATS