Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP Pool Presidential Press Service/MURAT CETINMUHURDAR

(sda-ats)

Tutte le manifestazioni e le riunioni pubbliche saranno vietate nella capitale turca Ankara fino al 30 novembre per la minaccia di possibili attacchi terroristici.

Lo ha deciso il governatore locale per "garantire la sicurezza della popolazione e l'ordine pubblico", nel quadro dello stato d'emergenza in vigore in Turchia.

Secondo informazioni di intelligence, si legge nel provvedimento, "organizzazioni terroristiche stanno preparando attacchi nella nostra provincia". Nei mesi scorsi, attacchi terroristici ad Ankara sono stati attributi all'Isis e a gruppi curdi legati al Pkk.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS