Tutte le notizie in breve

A pochi giorni dell'attacco all'aeroporto di Istanbul, l'esercito turco ha ucciso la presunta mente dell'attentato di Ankara del 17 febbraio scorso, in cui 29 persone furono uccise nell'esplosione di un'autobomba al passaggio di un convoglio militare.

L'uomo, Mehmet Sirin Kocakaya, è stato ucciso durante un'operazione antiterrorismo contro il Pkk curdo a Lice, nella provincia sudorientale di Diyarbakir. Lo riferisce l'agenzia statale Anadolu, citando fonti di sicurezza.

In precedenza, per l'attacco erano state fermate 15 persone. L'azione era stata rivendicata dal gruppo estremista curdo Tak (Falconi per la liberazione del Kurdistan).

sda-ats

 Tutte le notizie in breve