Tutte le notizie in breve

È iniziata stamani a Istanbul la seconda udienza del processo a Can Dundar ed Erdem Gul, direttore e caporedattore del quotidiano turco di opposizione Cumhuriyet.

Rischiano l'ergastolo con accuse di spionaggio per un'inchiesta sul passaggio di armi dalla Turchia alla Siria.

"È il giornalismo a essere giudicato qui oggi, questo processo non ha ragion d'essere perché il giornalismo non è un crimine. Pensiamo che la legge ci darà ragione e saremo assolti", ha detto Dundar prima di entrare in aula, dove oltre agli imputati sono stati ammessi solo gli avvocati per motivi di "sicurezza nazionale". Fuori, centinaia di sostenitori e giornalisti seguono il caso.

La scorsa settimana il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva attaccato duramente un gruppo di diplomatici stranieri giunto per assistere alla prima udienza del processo, diventato simbolo della situazione della libertà di stampa in Turchia.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve