Tutte le notizie in breve

Torna ad aprirsi il dialogo tra l'Organizzazione del Trattato dell'Atlantico del Nord (Nato) e la Russia, anche se non ancora il pieno disgelo del rapporto, dopo che l'Alleanza ha sospeso ogni collaborazione pratica per la crisi ucraina.

Due anni dopo l'ultimo incontro, "entro due settimane" tornerà a riunirsi il Consiglio Nato- Russia (Nrc), ha annunciato il segretario generale Nato, Jens Stoltenberg.

"A seguito di consultazioni con la Russia, abbiamo concordato di tenere una riunione degli ambasciatori dello Nrc", ha dichiarato, specificando che "si discuterà la crisi in e attorno l'Ucraina e la necessità di piena attuazione degli accordi di Minsk". "Discuteremo le attività militari, con particolare attenzione sulla trasparenza e la riduzione dei rischi" ha aggiunto, indicando che "affronteremo anche la situazione della sicurezza in Afghanistan, incluse le minacce terroristiche regionali".

"L'incontro - ha puntualizzato - è il proseguimento del dialogo politico concordato dai leader della Nato. allo stesso tempo non torneremo al 'business as usual' finché la Russia non rispetterà di nuovo il diritto internazionale".

Dopo l'annessione della Crimea da parte della Russia, nell'aprile 2014 la Nato ha deciso la sospensione di ogni cooperazione pratica con la Russia, pur tenendo aperto canali di dialogo politico e diplomatico. E Mosca ha mantenuto sempre il rappresentante permanente presso la Nato, Alexander Grushko, che in questi anni ha avuto ha avuto diversi incontri con il vicesegretario generale dell'Alleanza.

L'ultima riunione del Consiglio Nato-Russia si è tenuta a giugno 2014. La Russia ha comunque partecipato alle riunioni del Consiglio della Partnership euro-atlantica che si sono tenute nel mese di marzo del 2014 e del 2015.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve