Tutte le notizie in breve

Uomini della Protezione civile ripompano nel lago di Bienne l'acqua fuoriuscita (archivio)

Keystone/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Le precipitazioni intense che si registrano in Svizzera da mercoledì sono cessate oggi, ma i livelli dei laghi continuano a salire e sono attese piene nelle prossime ore, avverte il Dipartimento federale dell'ambiente (UFAM).

Il Lago di Costanza raggiungerà presumibilmente entro questa sera il grado di pericolo 4 (pericolo forte). La situazione dei corsi d'acqua si normalizzerà fino a un certo punto entro domenica, nonostante il persistere di ulteriori deboli precipitazioni, scrive l'UFAM.

In ampie zone sussiste un pericolo di piena moderato, mentre per alcuni corsi d'acqua vige un notevole pericolo di piena. I servizi federali competenti e le autorità cantonali valutano costantemente la situazione. Occorre assolutamente seguire le indicazioni delle autorità locali.

Nei prossimi giorni la Svizzera rimarrà sotto l'influsso di aria umida e moderatamente instabile. Ogni giorno saranno possibili rovesci o temporali, con quantitativi di precipitazioni attesi fra 10 e 25 mm. Domenica e lunedì la tendenza alle precipitazioni sarà più marcata e sul versante nordalpino potranno cadere fino a 30 mm di precipitazione. In seguito il tempo rimarrà variabile, ma con una graduale diminuzione della tendenza a rovesci.

Le precipitazioni cadute fino a questa mattina, sono state particolarmente abbondanti in Ticino, nel Nord e centro dei Grigioni, in Alta Engadina, nel Cantone Glarona e nella Valle del Reno.

In ampie regioni sono stati misurati accumuli delle precipitazioni compresi fra 70 e 100 mm, nel Ticino settentrionale fino a 200 mm. Precipitazioni di questo ordine di grandezza hanno un periodo di ritorno compreso fra 2 e 8 anni.

I fiumi più grandi - scrive ancora l'UFAM - faranno registrare un miglioramento della situazione nel corso della giornata, dopo che la maggior parte dei corsi d'acqua ha raggiunto i picchi. È il caso dei fiumi Ticino, Maggia e Reno alpino. La Thur e il Reno tra il Lago Bodanico e Basilea a valle della foce della Thur raggiungeranno i loro picchi presumibilmente entro questa sera.

In caso di nuove precipitazioni durante il fine settimana potrebbe esservi un nuovo aumento dei livelli di alcuni fiumi. I fiumi a valle di laghi permangono più a lungo a un livello elevato.

Il livello di alcuni laghi (Lago Maggiore, lago di Lugano, di Zurigo, dei Quattro Cantoni e Lago Lemano) continua a salire, ma non dovrebbero tuttavia raggiungere il grado di pericolo 3.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve