Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

UFSP: ondata di influenza continua a calare in Svizzera (foto simbolica)

(sda-ats)

L'epidemia di influenza è in calo in Svizzera. Nonostante sia ancora ampiamente diffusa, il numero dei nuovi casi è infatti in diminuzione.

La scorsa settimana 126 medici legati al sistema di sorveglianza Sentinella hanno annunciato 16,9 casi sospetti ogni 1000 consultazioni. Ciò corrisponde a un'incidenza di 136 nuove affezioni ogni 100'000 abitanti, indica il bollettino settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) diffuso oggi.

I bambini fino ai quattro anni continuano a essere i più a rischio, ma si registra una flessione per tutte le categorie d'età. L'influenza è ancora molto diffusa in quasi tutte le regioni, ad eccezione di Grigioni e Ticino, dove è "solo" diffusa. Anche qui la tendenza è quasi ovunque in calo.

L'ondata stagionale di influenza quest'anno ha raggiunto il culmine nella seconda settimana di gennaio e ha provocato una netta sovramortalità tra le persone ultra 65enni, aveva informato l'UFSP la settimana scorsa. Le cause sono da ricondurre al loro sistema immunitario generalmente più debole e alle vaccinazioni che tra gli anziani risultano meno efficaci.

SDA-ATS