Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Come tutti sappiamo il referendum" in Ungheria sulle quote obbligatorie di richiedenti asilo "riguarda il futuro" perché i ricollocamenti decisi "sono legge e devono esseri rispettati". Così il portavoce della Commissione Ue Margaritis Schinas.

Il portavoce ricorda che la Commissione "si riserva di intraprendere azioni" per chi non applica le decisioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS