Tutte le notizie in breve

Un'immagine mostra il famoso attore inglese Orlando Bloom stringere la mano ad un piccolo migrante (foto d'archivio).

/EPA/GEORGI LICOVSKI

(sda-ats)

L'attore inglese Orlando Bloom, Goodwill Ambassador dell'Unicef, ha realizzato una missione sul campo in Ucraina Orientale per sensibilizzare sul problema dell'istruzione per i bambini coinvolti nelle crisi umanitarie.

Bloom ha visitato aule colpite da proiettili, a soli 3 km di distanza dalla linea del fronte del conflitto, scoppiato più di due anni fa.

Circa 580'000 bambini, denuncia l'Unicef, hanno urgente bisogno di aiuto e oltre 230'000 sono stati costretti a lasciare le proprie case. Una scuola o un asilo su 5 nella regione è stato danneggiato o distrutto e circa 300'000 bambini hanno immediato bisogno di assistenza per continuare il proprio percorso scolastico. La missione è stata realizzata mentre vengono presentati nuovi dati secondo i quali circa un quarto dei bambini in età scolare al mondo - 462 milioni - ora vivono in paesi colpiti da crisi.

"Ho incontrato una ragazza di 11 anni di nome Liana che si è nascosta nei sotterranei della scuola per circa 2 settimane, al freddo, senza luce o fonti di calore, mentre i combattimenti sopra devastavano le classi" ha raccontato Orlando Bloom, che nel 2007 ha realizzato la sua prima missione con l'Unicef. "Adesso, dopo essere sopravvissuti ad alcune delle più terribili esperienze di vita che potevano subire, tutti questi bambini vogliono tornare a scuola in condizioni sicure e di normalità e fare progetti per il proprio futuro" aggiunge.

L'Unicef ricorda che nel mondo oltre 37 milioni di bambini in età da scuola primaria e secondaria non frequentano le scuole e le strutture scolastiche vengono continuamente chiuse a causa dei conflitti e di disastri naturali, esponendo altri milioni di bambini a rischi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve