Tutte le notizie in breve

La sentenza del Tribunale d'appello emessa lunedì nei confronti di un ex oste di Erstfeld (UR) accusato di aver sparato a un cliente - rimasto incolume - e aver commissionato l'assassinio della moglie - rimasta gravemente ferita - non soddisfa nessuno.

L'imputato - che si è visto ridurre lunedì la pena da 15 anni a 2 anni e 4 mesi - la sua ex moglie e il procuratore intendono ricorrere.

In primo grado l'uomo - proprietario di un locale a luci rosse - era stato condannato a 10 anni di carcere nel 2012. Nel processo d'appello il Tribunale superiore nel 2013 gli aveva inflitto 15 anni per tentato omicidio intenzionale ai danni del cliente (gli avrebbe sparato fuori dal locale di Erstfeld nel gennaio 2010) e tentato assassinio della moglie, per aver commissionato l'uccisione della donna (gravemente ferita da tre colpi d'arma da fuoco nel novembre del 2010). Lo sparatore, un giovane croato sulla trentina, era stato condannato a otto anni e mezzo di reclusione.

Nel dicembre 2014, il Tribunale federale (TF) ha annullato in parte la sentenza, confermando in via definitiva solo la condanna per il tentato assassinio della moglie. L'imputato è così tornato davanti ai giudici di Altdorf.

Lunedì del Tribunale d'appello ha assolto l'ex oste dall'accusa di aver commissionato l'assassinio della moglie e gli ha ridotto la pena da 15 anni a 2 anni e 4 mesi per aver sparato al cliente. L'uomo è ora libero: egli ha infatti già trascorso quasi quattro anni e mezzo in carcere. Un altro processo dovrà fissare un indennizzo per aver passato in prigione più tempo del dovuto.

Ieri sera nel programma della televisione svizzerotedesca Rundschau, l'ex oste ha espresso la sua delusione: si aspettava di essere assolto su tutta la linea e ricorrerà quindi al Tribunale federale.

Da parte sua il procuratore Thomas Imholz non accetta la sentenza e ha indicato all'ats che farà appello al TF. Non soddisfatta si è detta pure l'avvocata dell'ex moglie dell'imputato che esaminerà il da farsi.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve