Tutte le notizie in breve

Nel quartiere di Harlem, a New York

Keystone/AP/BEBETO MATTHEWS

(sda-ats)

Le infrastrutture americane sono datate: il loro mancato ammodernamento costerà migliaia di miliardi di dollari all'economia statunitense in termini di calo di produzione.

È quanto emerge - riporta il Financial Times - da uno studio dell'American Society of Civil Engineers, secondo il quale il colpo sul pil sarà pari a 4.000 miliardi di dollari fra il 2016 e il 2025 in termini di vendite e attività produttive perse. E questo si tradurrà in 2,5 milioni di posti di lavoro in meno.

"Il deterioramento infrastrutturale, per lungo tempo considerato un problema di sicurezza pubblica, ha un impatto a cascata sull'economia nazionale, sulla produttività delle imprese, sul pil, sull'occupazione, sui redditi personali e sulla competitività internazionale" afferma il rapporto, sottolineando che sarebbero necessari investimenti in infrastrutture per 3.320 miliardi di dollari fra il 2016 e il 2025.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve