Tutte le notizie in breve

È emergenza alghe nel sud della Florida. Le spiagge più famose del Sunshine State sono infatti minacciate da alghe di colore blu-verde, maleodoranti e che i residenti hanno definito "spesse come il guacamole".

Il governatore dello stato, Rick Scott ha dichiarato lo stato di emergenza ed è stato costretto a chiudere alcune spiagge in modo precauzionale a causa degli alti livelli di tossicità rilevati. I residenti già gridano al disastro ambientale puntando il dito contro gli scarichi di acque provenienti dal lago Okeechobee.

L'ente equivalente del genio civile scarica acqua periodicamente per alleggerire il canali del lago ed evitare il rischio di inondazioni, spesso però si tratta di acque contaminate soprattutto da fertilizzanti.

La presenza di alghe e la chiusura di alcune spiagge famose come quelle a Palm Beach preoccupano anche l'attività economica locale la quale ha già visto cancellare prenotazioni per quello che è considerato uno dei fine settimana più affollati dell'anno, ossia il ponte del 4 luglio, giorno dell'Indipendenza americana.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve