Tutte le notizie in breve

Il presidente americano Barack Obama (foto d'archivio).

KEYSTONE/AP/JACQUELYN MARTIN

(sda-ats)

"Francamente, sono stanco di parlare dell'avversario di Hillary Clinton". Così, senza neanche nominarlo, Barack Obama, parlando a un ricevimento per la raccolta di fondi a Marthàs Vineyard, il buen retiro della sinistra americana dove è in vacanza con la famiglia.

Il presidente americano ha esortato i democratici a sfruttare i prossimi mesi a fare campagna parlando del programma della Clinton piuttosto che del candidato repubblicano.

"Non ho bisogno di fare campagna contro il suo avversario perché ogni volta che parla lui affossa la sua stessa candidatura", ha aggiunto poi il presidente, sottolineando però che questo non significa che bisogna cadere nella trappola di dare la vittoria per scontata, magari guardando ai sondaggi che stanno registrando un vantaggio sempre crescente per Clinton.

"Se non siamo preoccupati fino al giorno dopo le elezioni, rischiamo di commettere un grave errore - ha infatti aggiunto - Abbiamo ancora 80 giorni per fare una campagna aggressiva, e non è molto tempo", ha concluso.

Obama ha poi scherzato sul fatto che la moglie non fosse molto entusiasta dell'idea che il marito sospendesse le vacanze con la famiglia per partecipare alla serata: "Michelle è molto severa con me riguardo al fatto che devo stare veramente in vacanza quando sono in vacanza, ma mi ha concesso una dispensa speciale per questa sera perché sa, come sappiamo tutti, quanto siano importanti queste elezioni".

sda-ats

 Tutte le notizie in breve