Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ultimo dato sul PIL dell'era Obama indica un rallentamento molto più marcato delle attese.

Keystone/EPA/MONICA M. DAVEY

(sda-ats)

L'economia americana è cresciuta nell'ultimo trimestre del 2016 dell'1,9%, al di sotto delle attese che erano di un +2,2%.

Quello da ottobre a dicembre 2016 è l'ultimo dato sul PIL dell'era Obama ed indica un rallentamento in parte previsto ma molto più marcato delle attese e dovuto soprattutto alla zavorra del deficit commerciale, mai così pesante dal 2010, che ha tolto al risultato finale l'1,7%.

La spesa per i consumi è cresciuta del 2,5% in linea con le stime di Wall Street, così come sono cresciuti gli investimenti delle imprese e il settore delle costruzioni.

Nel trimestre precedente il PIL americano era cresciuto del 3,5%. Con l'1,9% dell'ultimo trimestre si torna a quell'andamento che ha caratterizzato la lunga ma asfittica espansione dell'economia statunitense dopo la grande crisi.

SDA-ATS