Tutte le notizie in breve

Il governatore Bel Edwards circondato da esponenti della giustizia si rivolge ai media

KEYSTONE/AP The Advocate/PATRICK DENNIS

(sda-ats)

Un nuovo caso di un nero ucciso da un agente di polizia ha scatenato un'ondata di proteste per le strade e sul web, alimentate da un video: l'episodio è avvenuto a Baton Rouge, in Louisiana, dove un agente ha sparato e ucciso Alton Sterling, 37 anni.

Il dipartimento di Giustizia americano ha deciso di aprire un'inchiesta, dando così il via fin da subito ad un'indagine federale sul caso. Lo ha riferito il governatore della Louisiana, John Bel Edwards.

Sono inoltre stati resi noti i nomi dei due poliziotti coinvolti nell'uccisione dell'afroamericano: si tratta di Blane Salamoni e Howie Lake II, entrambi posti in sospensione amministrativa, come da prassi in questi casi.

Alcune ore dopo l'incidente circa 200 persone erano scese in strada nella città per protestare contro i metodi duri delle forze dell'ordine nei confronti degli afroamericani. "Questo non è il modo di gestire la situazione", ha detto la sorella della vittima.

Secondo quanto riportato dai media statunitensi, la polizia sarebbe stata chiamata perché l'uomo, che vendeva cd musicali per strada, stava minacciando i passanti con una pistola.

Per Abdul Muflahi, proprietario del negozio fuori dal quale è avvenuta la sparatoria, non sembrava che Sterling avesse in mano una pistola durante il confronto, però ha visto gli agenti togliere un'arma dalla sua tasca quando era già a terra.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve