Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Polemiche su Paul Manafort, il capo della compagna elettorale di Donald Trump

Keystone/AP/CAROLYN KASTER

(sda-ats)

Il capo della campagna elettorale di Donald Trump, Paul Manafort, ha ricevuto in qualità di consulente 12,7 milioni di dollari (circa 11,4 milioni di euro) dal partito filorusso dell'ex presidente ucraino Viktor Yanukovych dal 2007 al 2012.

È quanto emerge da nuovi documenti segreti reso noti dal neo costituito Ufficio nazionale anti-corruzione ucraino, riporta il New York Times.

Il passato di Manafort in Ucraina non è una novità, ma è la prima volta che emerge l'ammontare dei compensi ricevuti per i suoi servizi. E, alla luce della notizia, la campagna di Hillary Clinton - scrive l'agenzia di stampa Ap - ha già criticato Manafort per i suoi legami con la Russia e con interessi filo-Cremlino.

Da parte sua, il Nyt ricorda i commenti positivi di Trump su Puntin e l'annessione della Crimea, così come i presunti attacchi di hacker russi contro email di democratici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS