Tutte le notizie in breve

Azzerati i vertici del partito democratico americano. Sull'onda dello scandalo delle email hackerate contro Bernie Sanders ora a cadere sono le teste del Ceo, Amy Dacey, del responsabile finanziario Brad Marshall e del responsabile della comunicazione Luis Miranda.

Le email postate il mese scorso da Wikileaks, poco prima della kermesse di Filadelfia, sono circa 20'000. Da esse trapelano gli sforzi dei vertici del partito per danneggiare Sanders e favorire Hillary Clinton nel corso delle primarie.

Alla vigilia della convention di Filadelfia, il fatto era già costato le dimissioni della presidente del Democratic National Committee, Debbie Wasserman Schultz.

La campagna della candidata democratica alla Casa Bianca accusa Mosca di essere dietro all'hackeraggio, con la volontà di voler favorire Donald Trump.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve