Tutte le notizie in breve

Christian Constantin, il promotore del progetto

Keystone/OLIVIER MAIRE

(sda-ats)

La Svizzera occidentale sarà in lizza per i Giochi olimpici invernali del 2026. I cantoni Vaud e Vallese hanno deciso di presentare una candidatura comune, hanno annunciato oggi a Losanna ambienti economici e sportivi sostenuti dalle rispettive autorità cantonali.

La candidatura comune, la cui città ospite non è ancora stata designata, si chiama "The Swiss Made Winter Games 2026". Al progetto vallesano lanciato dal presidente del FC Sion Christian Constantin si è unito anche quello della Camera vodese del commercio e dell'industria. Il termine per presentare le candidature preliminari è stato fissato al 31 maggio. Entro il 15 dicembre dovranno essere depositati formalmente i dossier di candidatura.

Anche i Grigioni hanno intenzione di candidarsi, con il sostegno di Zurigo.

Finora la Svizzera ha ospitato due volte i giochi olimpici invernali a St-Moritz nel 1928 e nel 1948. Sion ha presentato due candidature senza però riuscire ad ottenere la manifestazione: nel 2002 i giochi erano stati attribuiti a Salt Lake City e nel 2006 a Torino. Nel marzo del 2013 i grigionesi avevano rifiutato in votazione popolare il progetto di candidatura con il 52,7% di voti contrari.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve