Tutte le notizie in breve

L'aula di una classe (archivio )

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Un certo numero di docenti vodesi filmati a loro insaputa durante i corsi dagli allievi - che hanno poi diffuso le immagini su reti sociali - hanno presentando denuncia. Preoccupati, i direttori degli istituti scolastici hanno inviato una lettera ai genitori.

Non è noto quante siano le denunce presentate finora, "ma ve ne sono diverse. Ne ho sentito parlare almeno cinque volte", riferisce il direttore generale dell'insegnamento dell'obbligo del canton Vaud Alain Bouquet, in seguito ad un articolo del quotidiano 24 heures.

La questione è stata dibattuta giovedì scorso nell'ambito di una riunione dei direttori scolastici del cantone. Un caso recente si è verificato a Ecublens, dove gli adolescenti hanno fatto perdere la pazienza ad un professore con insulti e comportamenti riprovevoli. I ragazzi hanno filmato la scena con il loro telefonino, utilizzando un'applicazione che permette di ritrasmettere il video in diretta o in differita.

I colpevoli sono stati puniti con tre giorni di esclusione dall'istituto scolastico. Il caso è anche stato denunciato presso la giustizia penale. Spetterà al Tribunale dei minori pronunciarsi.

Il direttore delle scuole di Ecublens ha inviato ai genitori una lettera in cui spiega che filmare un docente in classe a sua insaputa rappresenta una violazione dei diritti della personalità. Il testo è stato messo a disposizione degli altri direttori, che provvederanno a diffonderlo.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve