Tutte le notizie in breve

Un'immagine simbolica mostra due suini all'interno di un recinto (foto d'archivio).

Keystone/URS FLUEELER

(sda-ats)

Due dei tre allevamenti di maiali denunciati pochi giorni fa da un video posto in rete da una fondazione animalista non rispettano le disposizioni legali. Il Canton Vaud denuncerà il loro proprietario.

Le immagini ritratte nei porcili di Echallens, Ropraz e Peney-le-Jorat hanno incitato il Servizio vodese del consumo e degli affari veterinari (SCAV) ad effettuarvi un sopralluogo. In due dei tre allevamenti mostrati dal filmato sono state constatate diverse irregolarità. L'unico porcile in conformità è quello di Ropraz, indica il Cantone in una nota odierna.

A Peney-le-Jorat, il numero degli animali superava del 2% quello consentito. A Echallens, l'illuminazione dei locali è stata giudicata insufficiente.

In un comunicato, il proprietario dei tre porcili annuncia la prossima chiusura dell'allevamento di Echallens. Già prevista, essa è stata anticipata "data l'attualità".

Il video di sette minuti postato dalla Fondazione MART (Movimento per gli animali e il rispetto della Terra) ha destato non poco scalpore: vi sono mostrati maiali sporchi, talvolta feriti o morti, mantenuti in spazi ristretti e bui.

Bell e Micarna hanno annunciato sabato di aver sospeso la loro relazione commerciale con l'allevatore vodese.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve