Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Questa donna che esercita la prostituzione in avenue de Sévelin a Losanna dovrà presto cambiare zona (foto d'archivio).

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Il perimetro riservato alla prostituzione sarà drasticamente ridotto nel centro di Losanna. Adottato ieri sera dal Consiglio comunale, il provvedimento potrebbe essere applicato dalla prossima primavera.

I consiglieri hanno approvato a larga maggioranza la proposta del Municipio, volta a portare da 1700 a 700 metri lineari la zona a luci rosse del capoluogo vodese. In futuro, l'esercizio della prostituzione non sarà più autorizzato in rue de Genève e avenue de Sévelin.

La restrizione potrebbe entrare in vigore in primavera, ha indicato oggi all'ats il municipale Pierre-Antoine Hildbrand. Parallelamente, il legislativo comunale ha rifiutato di entrare in materia sulla creazione di un postribolo, la cui gestione sarebbe stata affidata ad un'associazione.

La diminuzione del perimetro dedicato alla prostituzione è stata giustificata dal Municipio con la necessità di tener conto delle mutazioni del quartiere di Sévelin, dove sono arrivati un migliaio di nuovi abitanti, nonché con il cantiere del futuro tram Losanna-Renens. Gli abitanti del quartiere, inoltre, si erano più volte lamentati per i disagi provocati dalla presenza delle lucciole.

SDA-ATS