Tutte le notizie in breve

Scontri con le forze dell'ordine a margine di una manifestazione contro Maduro a Caracas (foto d'archivio)

Keystone/AP/FERNANDO LLANO

(sda-ats)

In Venezuela almeno 20 persone sono state arrestate ieri a Caracas dopo che gruppi di incappucciati si sono scontrati con le forze dell'ordine mentre si disperdevano le centinaia di migliaia di persone che hanno partecipato a una grande manifestazione

Questa, ribattezzata la "Presa di Caracas", è stata organizzata dalla opposizione a favore del referendum contro Nicolas Maduro.

Un primo gruppo ha cercato di bloccare il traffico sull'autostrada Francisco Fajardo, la principale arteria che attraversa Caracas, che non faceva parte del percorso previsto per la protesta dagli organizzatori del Tavolo dell'Unità Democratica (Mud, coalizione antichavista).

Questo ha provocato l'intervento della Guardia Nacional, con lancio di lacrimogeni e camion con i cannoni d'acqua e cariche contro i manifestanti dell'opposizione, anche quelli che non si facevano parte del gruppo che aveva bloccato l'autostrada.

Più tardi, nel quartiere di Chacaito (est della città) altri incappucciati hanno lanciato pietre e altri oggetti contro le forze dell'ordine intorno alla piazza Brion. La polizia ha risposto con lacrimogeni e pallettoni di gomma.

Questi incidenti isolati sono stati condannati dal Mud, che durante la giornata ha diffuso attraverso Twitter avvisi ai manifestanti, mettendoli in guardia sulla presenza di provocatori che volevano causare scontri violenti al margine di una protesta che è stata pacifica e si è svolta senza incidenti.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve