Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere nazionale cristiano-sociale Roberto Schmidt è stato rieletto quale sindaco di Leuk (VS). Si presenterà anche alle elezioni del Consiglio di Stato vallesano nel marzo 2017 (foto d'archivio)

KEYSTONE/LUKAS LEHMANN

(sda-ats)

Le elezioni comunali svoltesi questo fine settimana in Vallese non hanno provocato cambiamenti politici di rilievo. Il PPD è mantenuto sotto pressione dall'UDC, che ha guadagnato alcuni seggi, nonché dalla sinistra e dalle formazioni comunali contestatarie.

È il caso in particolare a Visp, Naters, Conthey e in alcuni villaggi. A Sion, dove il numero di seggi del municipio è stato portato da 15 a 9, l'Unione democratica di centro (UDC) si è aggiudicata un seggio: l'esecutivo della prossima legislatura sarà composto da 3 PLR, 3 PPD, 1 UDC, 1 Alliance de Gauche e un Verde. A Sierre e Martigny, la composizione dei municipi rimarrà invece immutata.

I quattro consiglieri nazionali vallesani in lizza nei rispettivi comuni si trovano peraltro in buona posizione, ad eccezione della PPD Géraldine Marchand-Balet nel suo feudo di Grimisuat, dove la sua gestione in veste di sindaca è contestata. La consigliera nazionale - che si presentava per un terzo mandato - arriva soltanto in terza posizione.

Sono invece stati facilmente rieletti a Collombey-Muraz il PPD Yannick Buttet e a Leuk il cristiano-sociale Roberto Schmidt. Quest'ultimo si presenterà alle elezioni del Consiglio di Stato vallesano nel marzo 2017 quale rappresentante dell'ala cristiano-sociale del PPD.

L'UDC Franz Ruppen arriva dal canto suo in testa a Naters, un risultato che gli consentirà di presentarsi per la carica di sindaco il 13 novembre. Il partito democentrista ha peraltro conquistato un terzo seggio (su sette) nel comune altovallesano, a scapito del PPD.

L'UDC si è rafforzata anche a Savièse, dove si è aggiudicata un secondo seggio, mentre l'intesa comunale ne ha perso uno. A Monthey, l'Alliance de Gauche occuperà due seggi (+2 rispetto al 2012).

Per le elezioni comunali erano in lizza un migliaio di candidati per 730 seggi in 126 comuni. In numerose località l'elezione degli esecutivi si è svolta tacitamente. La prossima scadenza elettorale è prevista il 13 novembre, quando saranno designati i sindaci.

La situazione al riguardo è inedita a Sierre, Sion e Martigny, i cui sindaci liberali-radicali non si candideranno per un'altra legislatura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS