Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex consigliere nazionale Stéphane Rossini.

KEYSTONE/DOMINIC STEINMANN

(sda-ats)

I socialisti del Vallese romando hanno optato - per 126 voti contro 34 - per una lista aperta in vista dell'elezione per il Consiglio di Stato nel marzo 2017. Torna così in corsa anche Stéphane Rossini.

Contraria al concetto di lista aperta, Esther Waeber-Kalbermatten riconsidera invece la sua candidatura. "I giochi sono quindi completamente riaperti", ha dichiarato Gaël Bourgeois, presidente del Partito socialista del Vallese romando (PSVR).

L'ex consigliere nazionale Rossini, che non ha mai nascosto le sue ambizioni governative, aveva rinunciato in giugno alla sua candidatura, denunciando un "golpe" del SPO (Partito socialista dell'Alto Vallese) e un "affronto" per il Vallese romando, riferendosi alla candidatura di Esther Waeber-Kalbermatten.

Una scadenza per la presentazione delle candidature deve ancora essere fissata. Il partito organizzerà un congresso cantonale che riunirà socialisti dell'Alto e del Basso Vallese.

Il congresso del PSVR si è svolto oggi a Randogne alla presenza di circa 170 membri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS