Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Con oltre 10,3 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo ed un aumento del 3,8% sull'anno precedente, Volkswagen chiude un 2016 in netta crescita nonostante lo scandalo delle emissioni diesel

KEYSTONE/AP/DAMIAN DOVARGANES

(sda-ats)

Con oltre 10,3 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo ed un aumento del 3,8% sull'anno precedente, Volkswagen chiude un 2016 in netta crescita nonostante lo scandalo delle emissioni diesel.

Ad annunciare i dati di fine anno una nota della casa di Wolfsburg. Secondo quanto scrive l'agenzia tedesca Dpa, Volkswagen potrebbe aver superato la giapponese Toyota che si sarebbe attestata a 10,2 milioni di vetture diventando così il primo gruppo al mondo.

Un sorpasso delle vendite era già avvenuto nel primo semestre dell'anno. "Il 2016 è stato un anno molto complesso", ha spiegato il Ceo Matthias Muller, nel quale Volkswagen ha dovuto gestire la crisi del diselgate e "contemporaneamente abbiamo avviato un fondamentale processo di cambiamento".

Il primato nelle vendite è stato possibile grazie soprattutto a 4 milioni di auto vendute sul mercato cinese (+12,2% sul 2015). Bene anche le vendite in Europa (4,2 milioni, +4%) con l'eccezione del mercato interno in Germania dove la crescita è stata appena dello 0,2% sul 2015.

Numeri negativi invece dagli Usa (-2,6% vendite su anno precedente), dove è scoppiato il dieselgate, e soprattutto in Brasile dove è stato registrato un crollo del 33,9%. Negli ultimi mesi dell'anno, tuttavia, "anche il mercato Usa ha mostrato una ripresa", conclude Vw.

SDA-ATS