Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bosch ha patteggiato un pagamento di oltre 320 milioni di dollari negli Usa nell'ambito del dieselgate, pur negando ogni violazione.

KEYSTONE/EPA DPA/FRANZISKA KRAUFMANN

(sda-ats)

La società di componentistica tedesca Robert Bosch ha patteggiato negli Stati Uniti il pagamento di 327,5 milioni di dollari (327,3 milioni di franchi) per risolvere la disputa in cui è accusata di aver aiutato Volkswagen a ideare il software usato per il dieselgate.

Lo riporta la stampa statunitense, sottolineando che Bosch non ha ammesso alcuna violazione nel patteggiamento.

SDA-ATS