Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un ospedale è stato nuovamente colpito in Yemen dalla colazione sunnita guidata dall'Arabia Saudita. Stavolta ad essere colpita una struttura di Medici senza frontiere (Msf) in cui si contano almeno 6 morti e 20 feriti.

L'ospedale si trova ad Abs nella provincia nord-orientale di Hajja, a 130 chilometri dalla capitale Sanaa. Le vittime sono tutti pazienti locali tranne un ingegnere che lavorava per Msf. Il raid è avvenuto alle 15:45 locali (le 14:45 in Svizzera).

Sabato scorso, sempre in Yemen, una scuola era stata colpita da aerei sauditi causando la morte di 10 bambini. Lo scorso 10 gennaio, invece, un altro ospedale di Msf era stato centrato da colpi di cannone nella provincia di Saada causando 4 morti.

Nel conflitto tra il governo yemenita e i suoi alleati e i ribelli sciiti, che nel settembre 2014 hanno conquistato la capitale Sanaa, sono morte 6.400 persone, metà delle quali civili, mentre 2,5 milioni sono gli sfollati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS