Tutte le notizie in breve

Le zanzare sono il principale vettore del virus Zika (foto d'archivio).

Keystone/AP/FELIPE DANA

(sda-ats)

Esplodono i contagi con il virus Zika nell'isola di Portorico ed "è possibile" che nei prossimi mesi estivi - con il diffondersi delle zanzare portatrici del virus - migliaia di donne incinte vengano infettate dal temibile microrganismo.

A lanciare una delle più forti messe in guardia ad oggi sul pericolo Zika per Portorico sono i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi (Cdc), sulla base degli ultimi dati relativi alla presenza di Zika nel sangue dei donatori: più dell'1% dei campioni di sangue analizzati nel periodo 5-11 giugno a Portorico sono risultati infetti. Nel periodo precedente la percentuale di infezioni tra i donatori era risultata dello 0,5%.

Secondo le stime dei Cdc, i contagi tra i donatori si traducono in un tasso di infezioni, nella popolazione in generale, di almeno il 2%: "Ciò significa che nei prossimi mesi è possibile che migliaia di donne incinte contraggano il virus", ha detto il direttore dei Cdc, Thomas Frieden. "E questo - ha aggiunto - può risultare in decine o centinaia di bimbi che nasceranno con microcefalia".

Con il virus chikungunya - anch'esso portato dalle zanzare ma con meno gravi possibili effetti sulla salute - in passato, un quarto della popolazione di Portorico venne contagiato in meno di un anno.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve