Tutte le notizie in breve

Le forze armate statunitensi hanno lanciato alcuni missili contro tre stazioni radar in aree controllate dai ribelli sciiti Houthi sulla costa dello Yemen. Lo ha riferito il Dipartimento della Difesa statunitense.

I raid, che hanno centrato e distrutto gli obiettivi, sono stati autorizzati dal presidente Barack Obama e sono arrivati in risposta al lancio di alcuni missili, domenica scorsa, contro una nave militare statunitense. I missili, che hanno mancato l'obiettivo, sono stati lanciati da basi collocate nel territorio degli Houthi.

"Gli Stati Uniti - si legge in una nota del Dipartimento della Difesa - risponderanno a ogni altra minaccia alle nostre navi e al traffico commerciale e continueranno a garantire la propria libertà di navigazione nel Mar Rosso".

Quello di oggi è il primo intervento diretto degli Usa in Yemen, dove finora avevano solo fornito supporto alle forze del presidente Abd Rabbo Mansur Hadi e alla coalizione a guida saudita che lo sostiene.

sda-ats

 Tutte le notizie in breve