Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

È stata di nuovo rubata la pietra di Unspunnen

La pietra del 1905, in primo piano, e la copia realizzata nel 1985

(Keystone)

La pietra di Unspunnen, un simbolo della tradizione elvetica, è stata rubata durante un'esposizione a Interlaken.

Il masso di 80 chili era già stato sottratto nel 1984 dagli autonomisti giurassiani e restituito nel 2001, in vista dell'esposizione nazionale.

Le ricerche per ritrovare i quattro giovani presunti autori del furto e il prezioso sasso non hanno per ora dato frutti.

Al posto della pietra, che era esposta nella hall dell'albergo Victoria-Jungfrau a Interlaken, assicurata con una catena, i ladri hanno lasciato un sampietrino con lo stemma del Giura.

La pietra avrebbe dovuto essere utilizzata alla prossima festa di Unspunnen, in programma a Interlaken il 3 e 4 settembre prossimi.

Sabato mattina verso le 10 quattro sconosciuti sono penetrati nella hall dell'albergo. Un impiegato dell'albergo ha immediatamente chiamato soccorso ma non ha potuto fermare i ladri, che hanno spezzato la catena che assicurava la pietra.

Il perimetro attorno all'albergo è stato chiuso, ma nonostante numerosi controlli di persone e veicoli non è stata trovata nessuna traccia degli autori del furto.

Nel frattempo il gruppo autonomista giurassiano Bélier, autore del primo furto della pietra di Unspunnen nel 1984, ha negato di essere all'origine dell'azione.

Simbolo del nazionalismo ottocentesco

La pietra di Unspunnen è uno dei simboli più noti del folclore svizzero. Il masso, che pesa 83,5 chili, viene utilizzato in una sorta di gara di lancio del peso.

La prima gara fu organizzata nel prato di Unspunnen, a Interlaken, il 17 agosto 1805. La manifestazione segnava uno dei momenti di ricerca di una nuova identità nazionale dopo gli sconvolgimenti della rivoluzione francese e dell'invasione delle truppe napoleoniche.

Oltre al lancio della pietra, la fesa comprendeva gare di lotta, competizioni canore, balli in costume e concerti di corni delle Alpi. Una seconda edizione si tenne nel 1808, poi la festa cadde nell'oblio per quasi un secolo.

In occasione di una riedizione della festa nel 1905, la pietra originale, ormai perduta, fu sostituita da una copia. Da allora la festa di Unspunnen si è tenuta sei volte, l'ultima nel 1993.

Il 3 giugno del 1984 la pietra venne rubata dall'organizzazione dei Bélier. Per garantire la continuità delle gare fu perciò realizzata un'altra copia del masso. I Bélier hanno restituito l'originale nel 2001.

swissinfo e agenzie

In breve

La pietra di Unspunnen è un simbolo della tradizione e del folclore svizzero.

La prima gara di lancio della pietra si è tenuta nel prato di Unspunnen, presso interlaken, il 17 agosto 1805.

Oltre che durante la festa di Unspunnen, la pietra è lanciata anche in occasione delle feste federali di lota.

Il record in questa disciplina sportiva risale al 1998, quando lo svittese Roland Staehelin ha lanciato il masso di 83,5 chili a 3,97 metri di distanza.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×