«Marce bianche» : in migliaia contro la pedofilia

La copertina del CD realizzato da quattordici artisti che cantano il rispetto dei bambini. www.marche-blanche.ch

Migliaia di persone hanno partecipato sabato in diverse città svizzere alle «marce bianche» contro la pedofilia, nate sul modello delle manifestazioni a tutela dei diritti dei bambini organizzate in Belgio dopo gli infanticidi commessi dal pedofilo Marc Dutroux.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2001 - 11:14

Vestiti di bianco i dimostranti sono sfilati in silenzio: erano duemila a Losanna, mille a Ginevra e Friburgo, 700 a Bellinzona, 600 a Delémont e 200 a Sion. Manifestazioni si sono svolte anche a Basilea e a La Chaux-de-Fonds, mentre un raduno in programma a Zurigo è stato annullato.

Gli organizzatori hanno preannunciato che ripeteranno l'esperienza l'anno prossimo con la speranza di mobilitare un maggior numero di persone.

L'associazione «Marche blanche Suisse», che ha promosso le manifestazioni, è stata fondata in giugno. Negli scorsi mesi ha denunciato il commercio di immagini pedofile in internet e chiesto alla Confederazione maggiore impegno per lottare contro questo flagello.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo