Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

ABB vende la sua divisione finanziaria

La notizia della vendita ha fatto salire il valore dei titoli ABB

(Keystone)

Il gruppo elvetico-svedese cede la divisione alla GE Commercial Finance per 3,5 miliardi di franchi.

La misura è intesa a ridurre il debito del gruppo da 5,2 a 3 miliardi di dollari.

La ABB ha annunciato la firma di un accordo per la vendita della sua divisione finanziaria alla General Electric Commercial Finance per 2,3 miliardi di dollari (3,5 miliardi di franchi). Il ricavato servirà a ridurre l'indebitamento del gruppo elvetico svedese.

«Questa operazione è una tappa importante per il consolidamento del nostro bilancio», afferma in un comunicato del gruppo ABB il presidente della direzione, Jörgen Centermann.

Ridurre l'indebitamento

L'operazione, che è sottoposta all'approvazione dell'autorità di sorveglianza sulla concorrenza, permetterà di ridurre l'indebitamento di ABB da 5,2 miliardi di dollari a 2,9 miliardi, che dovrebbero successivamente scendere a 2,6 miliardi.

Le probabilità che l'obiettivo venga raggiunto, secondo quanto indicato dal responsabile delle finanze di ABB, Peter Voser, sono concrete.

Voser punta su un miglioramento delle attività nel secondo semestre dell'anno, ma anche sulla cessione di immobili e di altri attivi.

Una prima «tranche» del ricavato della cessione di Structured Finance - 1,2 miliardi di dollari - servirà al rimborso di debiti che giungono a scadenza a fine anno e al ripianamento delle linee bancarie ottenute in aprile per scongiurare il pericolo di una crisi di liquidità.

La parte rimanente sarà impiegata per rimborsi con scadenza al 2003.

ABB mantiene 75 specialisti

ABB conserverà 75 persone specializzate nella consulenza finanziaria per proprie operazioni, così come un portafoglio di leasing di 900 milioni, che rappresentano il 15 per cento degli attivi di Structured Finance.

Complessivamente la divisione ha in organico 500 persone in undici paesi. GE Commercial Finance sarà a beneficio di un'opzione che le permetterà entro la fine del 2003 di restituire il 5 per cento del portafoglio di Structured Finance a ABB.

GE Commercial Finance pagherà 400 milioni di dollari per la divisione e altri 1,9 miliardi a copertura dei debiti accumulati.

ABB è sotto pressione da tempo: alla fine di giugno ha ceduto il proprio parco immobili in Svezia alla London & Regional Properties Ltd: il ricavato - 300 milioni di dollari - è stato impiegato per ridurre l'indebitamento.

Netto calo degli utili

Nel primo semestre dell'anno ABB ha visto gli utili precipitare del 62 per cento a 101 milioni di dollari, su un fatturato in calo del 2 per cento a 10,9 miliardi di dollari.

Il gruppo elvetico-svedese ha peraltro chiuso l'esercizio 2001 con una perdita secca di 691 milioni di franchi. Per l'anno in corso ABB, che dà lavoro a 150mila persone in un centinaio di paesi, punta su un miglioramento dei margini operativi e pronostica stabilità per quanto riguarda il volume d'affari.

L'accordo per la vendita di Structured Finance è stato valutato positivamente dagli analisti finanziari, in quanto fuga i dubbi sulle liquidità di ABB a breve scadenza.

"L'ammontare della transazione è persino leggermente superiore a quanto previsto", ha detto Alessandro Foletti, analista presso Lombard Odier Darier Hentsch &Cie (LODH).

"La direzione di ABB ha preso il toro per le corna", gli ha fatto eco Olivier Balsiger, della Banca cantonale vodese: ma l'indebitamento del gruppo, per quanto ridotto, rimane consistente. Sul piano operativo ABB dovrà ancora procedere a una riorganizzazione.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

ricavo dalla vendita della divisione finanziaria: 2,3 miliardi di dollari
debito attuale di ABB: 5,2 miliardi di dollari
la divisione finanziaria impiega 500 persone in 11 paesi
ABB impiega 150'000 persone in un centinaio di paesi

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×