Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

AELS e India vogliono intensificare i loro rapporti

La ministra elvetica dell'economia Doris Leuthard e il suo omologo indiano Kamal Nath

(Keystone)

La ministra elvetica dell'economia Doris Leuthard e il suo omologo indiano hanno firmato un protocollo d'intesa che dovrebbe sfociare in un accordo economico.

La Svizzera ha presieduto venerdì a Ginevra una riunione dei quattro paesi dell'Associazione europea di libero scambio.

"Ci rallegriamo di questo primo avvicinamento tra India e AELS", ha dichiarato la ministra elvetica dell'economia durante la cerimonia della firma.

"L'India rappresenta un mercato economico enorme, in pieno sviluppo ed è dunque un partner degno del più grande interesse", ha aggiunto.

Accordo economico in vista

La consigliera federale ha precisato che un gruppo di studio comprendente rappresentanti dell'India e dell'Associazione europea di libero scambio (AELS) si riunirà in gennaio per lanciare le trattative in vista di un accordo economico.

"La politica dell'AELS verso stati terzi fa parte della strategia del Consiglio federale in materia di commercio estero. Negoziamo accordi bilaterali con un numero crescente di partner", ha affermato Doris Leuthard.

Lunga serie di accordi

Il suo omologo indiano si è rallegrato del "grande passo avanti" con l'AELS. "Negli ultimi sette anni, nuove sinergie sono apparse, per esempio per i manufatti e le nuove tecnologie. Gli accordi di libero scambio sono un motore per l'economia mondiale", ha detto Nath.

Al termine della riunione, i ministri dell'AELS si sono mostrati soddisfatti anche per la conclusione delle trattative per un accordo di libero scambio con l'Egitto il 31 ottobre. Esso dovrebbe essere firmato nel primo trimestre 2007 e rappresenterà un punto di partenza fondamentale nelle relazioni con i paesi della zona mediterranea.

I ministri si sono pure rallegrati dell'entrata in vigore degli accordi di libero scambio con la Corea del Sud il 1. settembre e con il Libano il 1. gennaio prossimo, come pure di quello con l'Unione doganale dell'Africa australe (SACU) che è imminente.

Dopo una battuta d'arresto, anche le trattative con il Canada sono di nuovo sulla buona strada. L'accordo dovrebbe essere concluso nei prossimi mesi.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel 2004, le esportazioni elvetiche verso l'India (macchinari e prodotti chimici) hanno raggiunto 1,2 miliardi di franchi (+37% rispetto al 2003).
Le importazioni - soprattutto prodotti tessili, chimici e gioielli - hanno invece totalizzato 548 milioni di franchi (+9,6%).
Sempre nel 2004, gli investimenti diretti elvetici in India sono ammontati a 165 milioni di franchi.

Fine della finestrella

In breve

La Svizzera è uno dei sette Stati fondatori dell'Associazione europea di libero scambio (AELS).

Per la Svizzera l'appartenenza all'AELS si rivela particolarmente utile per gli scambi con gli altri Paesi membri, nonché per la possibilità di ratificare in gruppo accordi di libero scambio con Paesi extraeuropei come la Corea del Sud, il Messico o Israele.

Questi accordi rappresentano all'incirca il 7% del valore delle esportazioni elvetiche.

La ratifica di accordi bilaterali è uno dei tre pilastri della politica economica estera della Svizzera.

Le altre due sono l'appartenenza all'Organizzazione mondiale del commercio e le relazioni con l'Unione europea (fondate su un accordo di libero scambio del 1972).

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×