Prospettive svizzere in 10 lingue

Aeroporto Ginevra: attivisti clima su pista, voli fermi un’ora

Le forze dell'ordine mentre portano fuori dalla pista gli attivisti. KEYSTONE/EPA/LAURENT GILLIERON sda-ats

(Keystone-ATS) Decine di attivisti per il clima hanno invaso oggi la pista dell’aeroporto di Ginevra per protestare contro i jet privati. Il traffico aereo è stato bloccato per un’ora a partire dalle 11.40, mentre la polizia è intervenuta portando via i manifestanti.

Sulla pista sono attualmente esposti dei jet privati nel quadro dell’European Business Aviation Convention & Exhibition (EBACE), il salone dell’aviazione d’affari più grande in Europa. I militanti, ha constatato un fotografo di Keystone-ATS sul posto, si sono attaccati agli aerei.

Hanno affermato di non avere intenzione di perturbare i voli commerciali. Tuttavia, per ragioni di sicurezza, il traffico è stato temporaneamente interrotto, ha fatto sapere il portavoce dello scalo Ignace Jeannerat.

Gli agenti sono entrati in azione in tempi brevi. Un’ottantina di attivisti sono stati fermati, ha dichiarato a Keystone-ATS la portavoce della polizia ginevrina Tiffany Cudré-Mauroux.

Provenienti da 17 Paesi, i manifestanti chiedevano di vietare i jet privati nell’ambito della lotta ai cambiamenti climatici. Con la loro azione, scrive Greenpeace in una nota, hanno voluto sostenere varie organizzazioni ambientaliste, fra cui, oltre alla stessa Greenpeace, Stay Grounded, Extinction Rebellion e Scientist Rebellion.

Gli attivisti hanno incollato sui jet delle avvertenze, come quelle che compaiono sui pacchetti di sigarette, per sottolineare che questi aerei “distruggono il nostro pianeta”, “bruciano il nostro futuro” e “alimentano le disuguaglianze”. Hanno inoltre ricordato che, mentre a Cointrin il traffico che li coinvolge è significativo, all’aeroporto olandese di Amsterdam-Schiphol tali velivoli privati saranno banditi dal 2025. Alcuni di loro hanno anche bloccato l’entrata principale del salone EBACE, che si svolge a Palexpo.

Per Greenpeace, i voli privati producono emissioni di gas a effetto serra per passeggero-chilometro circa dieci volte superiori a quelli commerciali, senza dimenticare l’inquinamento acustico e da microparticelle. Malgrado ciò, sono esclusi dalle principali normative europee volte a ridurre le emissioni e in 20 anni la loro flotta mondiale è più che raddoppiata.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR