Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Aiuto allo sviluppo: la Svizzera ha versato 2,21 miliardi

Nel 2008, la Confederazione ha destinato 2,21 miliardi di franchi all'aiuto allo sviluppo (+9% rispetto al 2007). L'incremento, ha comunicato mercoledì il Dipartimento federale degli affari esteri, si spiega con il forte aumento dei costi nell'assistenza ai richiedenti l'asilo.

Gli investimenti più consistenti spettano alla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), che nel 2008 ha versato 1,36 miliardi di franchi (1,34 miliardi nel 2007). La spesa per l'assistenza ai richiedenti l'asilo è salita da 182,9 a 283,1 milioni.

Espresso in percentuale rispetto al Prodotto interno lordo, sceso lo scorso anno del 2,4% in considerazione della crisi economica, l'aiuto pubblico allo sviluppo è salito dallo 0,37% allo 0,41%.

Il dato è però contestato da Alliance Sud, che rimprovera al Dipartimento federale degli affari esteri di gonfiare artificialmente le statistiche: nel calcolo, ha affermato il portavoce Pepo Hofstetter, vengono infatti considerati anche i costi generati dai richiedenti l'asilo e le remissioni di debito. Secondo l'associazione, queste prestazioni «non hanno nulla a che vedere con l'aiuto ai paesi più poveri».

Senza queste voci – aggiunge Alliance Sud - la percentuale rispetto al Pil si attesterebbe allo 0,34%, e non allo 0,41%, che è comunque ben lontano dall'obiettivo delle Nazioni Unite fissato allo 0,7%.

swissinfo e agenzie


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×