Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Al via campagna contro i tumori infantili

Le diagnosi e i trattamenti nella lotta contro il cancro devono essere migliorati, soprattutto nei paesi in via di sviluppo

(Keystone)

Individuare precocemente la malattia: è il messaggio lanciato in Svizzera e nel mondo in occasione della giornata contro il cancro dedicata ai tumori infantili.

In Svizzera ogni anno 220 bambini si ammalano di cancro. I più colpiti sono quelli tra uno e quattro e le tipologie tumorali più frequenti sono la leucemia e il cancro al cervello.

Ogni anno, nel mondo 160'000 bambini sono colpiti da un tumore. Il cancro è la seconda causa di mortalità tra i bimbi di età compresa tra uno e 14 anni.

Ed è proprio ai tumori infantili che è dedicata quest'anno la Giornata mondiale contro il cancro, orchestrata dall'Unione internazionale contro il cancro (UICC), un'organizzazione con sede a Ginevra.

In Svizzera, sono 220 i bambini che ogni anno si ammalano di cancro. I più colpiti sono i bimbi di età compresa tra uno e quattro anni e le tipologie tumorali più frequenti sono la leucemia e il cancro al cervello.

A dipendenza del tipo di tumore, in Svizzera e nei paesi industrializzati le possibilità attuali di guarigione si situano tra il 75 e il 99%. Molto più drammatica la situazione nei paesi in via di sviluppo, dove il tasso di guarigione non supera il 50%.

Migliorare il registro dei tumori

Per migliorare ulteriormente le possibilità di cura è necessario individuare ancora più precocemente la malattia. Per tale ragione, in Svizzera si vuole procedere a un rinnovamento del Registro elvetico dei tumori infantili (RSTI).

L'RSTI è un registro epidemiologico con dati clinici integrati gestito dall'Istituto per la medicina sociale e preventiva dell'Università di Berna.

Tutti gli ospedali svizzeri che curano il cancro nei bambini annunciano al registro i casi nuovamente diagnosticati e inviano annualmente informazioni concernenti il decorso clinico, la terapia ed eventuali conseguenze tardive del trattamento. Entro la fine del 2006 la banca dati sarà completamente rinnovata e adattata alle norme internazionali.

Nato nel 1976, il registro contiene tutti i casi di tumori che colpiscono i bambini fino ai 16 anni d'età. Dal 1992 vengono raccolte sistematicamente anche informazioni sulle conseguenze tardive di pazienti guariti. Sino ad oggi sono state raccolte oltre 5000 «storie».

Oltre a rinnovare questo registro, la Lega svizzera contro il cancro vuole dal canto suo impegnarsi affinché i bambini malati ricevano un sostegno maggiore.

Uguaglianza nei trattamenti

A livello internazionale, l'UICC da parte sua mette l'accento sull'uguaglianza per accedere ai trattamenti e sul depistaggio precoce.

«Conoscere i sintomi del cancro infantile è uno dei passi più importanti per combattere la malattia. Ciò permetterebbe di salvare migliaia di vite ogni anno, ha affermato Isabel Mortara, direttrice dell'UICC.

Per aiutare i bambini affetti da tumore, l'UICC lancerà 14 progetti in 10 paesi in via di sviluppo o meno industrializzati, tra cui il Bangladesh, il Vietnam e l'Ucraina.

L'UICC potrà contare su alcuni ambasciatori di prestigio, come ad esempio Barbara Bush, Franz Beckenbauer o l'astro nascente del pattinaggio artistico, lo svizzero Stéphane Lambiel.

Nei paesi in via di sviluppo o meno industrializzati è pure attiva la Lega svizzera contro il cancro, che sostiene ad esempio un programma in un'ospedale di Managua o il nosocomio per bambini di Minsk, in Ucraina, che si occupa dei bimbi ammalatisi di cancro dopo l'esplosione del reattore di Chernobyl.

Inoltre, come ricorda l'oncologo ticinese Franco Cavalli, la Svizzera svolge un ruolo di primo piano nella battaglia contro il cancro, soprattutto per quanto riguarda diagnosi e trattamenti. Grazie all'individuazione dei tumori in tempi sempre più brevi, vi sono molti più pazienti che riescono a guarire.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Ogni anno nel mondo 160'000 di età inferiore ai 14 anni si ammalano di cancro.
In Svizzera annualmente i casi di cancro infantile sono 220.
Malgrado la maggior parte dei bambini oggi sopravvivano, perlomeno nei paesi occidentali, il cancro è la seconda causa di mortalità infantile, dopo gli incidenti.
Il cancro è comunque una malattia che colpisce soprattutto gli adulti. La percentuale di bambini tra coloro che sono colpiti da un tumore è inferiore all'1%.

Fine della finestrella

In breve

L'Unione internazionale contro il cancro (UICC) è un'organizzazione non governativa con sede a Ginevra che si prefigge di lottare a livello globale contro questa malattia. Riunisce 270 altre organizzazioni di 80 paesi.

In Svizzera i membri dell'UICC sono due: la Lega svizzera contro il cancro e l'Istituto svizzero di ricerca sperimentale contro il cancro.

Dal 2000, il 4 febbraio è la Giornata mondiale applicata sul cancro.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza