Alla ricerca di soluzioni per la sicurezza al Forum economico di Davos

Il tema della sicurezza è tutt'ora al centro dei colloqui sul WEF Keystone

Peter Arbenz, ex direttore dell'Ufficio federale dei rifugiati, è stato incaricato dal governo grigionese di formulare proposte per garantire lo svolgimento delle prossime edizioni del Forum economico di Davos in condizioni di sicurezza.

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 marzo 2001 - 11:28

Arbenz, indica giovedì la cancelleria cantonale, dirigerà un gruppo di lavoro che ogni mese consegnerà rapporti intermedi alla presidente del governo Eveline Widmer e ai consiglieri di stato Klaus Huber (economia pubblica) e Peter Aliesch (polizia). La prima seduta è prevista per la fine di marzo.

L'edizione 2001 del Forum economico mondiale è stata contrassegnata da manifestazioni anti-globalizzazione a Landquart (GR) e Zurigo, che hanno provocato danni per 700 mila franchi. L'imponente dispositivo di polizia aveva peraltro innescato violente critiche in relazione alla negazione della libertà d'espressione dei manifestanti non violenti.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo