Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Argento ai Mondiali di Melbourne per Flavia Rigamonti

Flavia Rigamonti al settimo cielo dopo la sua terza medaglia mondiale

(Keystone)

La nuotatrice svizzera ha conquistato il secondo posto ai Campionati del mondo in corso in Australia nei 1'500 stile libero. La prova è stata vinta dalla statunitense Kate Ziegler.

Con un tempo di 15:55,38, Flavia Rigamonti ha migliorato di quasi nove secondi il suo primato personale ed è diventata la prima europea a scendere sotto la barriera mitica dei 16 minuti.

La ticinese Flavia Rigamonti ha aggiunto martedì una medaglia d'argento alla sua collezione già assai ricca di trofei.

"Fly", come è soprannominata la 25enne di Breganzona, ha effettuato una corsa impressionante, partendo relativamente piano e poi rimontando una ad una le sue avversarie, ad eccezione dell'inarrivabile statunitense Kate Ziegler.

"Sono semplicemente felice! Nuotando nella corsia uno non potevo sapere come si stava svolgendo la corsa. Ho solo deciso di nuotare al mio ritmo e di fare la mia corsa", ha dichiarato Flavia Rigamonti.

Record europeo

L'elvetica ha fermato i cronometri a 15:55,38, un tempo sinonimo di record europeo e di quinta migliore prestazione di sempre. La Rigamonti, che ha migliorato il suo primato personale di quasi nove secondi, è diventata la prima nuotatrice del Vecchio continente a scendere sotto la barriera mitica dei 16 minuti: il record precedente – 16:00,18 - risaliva al luglio del 2003 ed era stato stabilito dalla tedesca Hannah Stockbauer.

Nuotando in 15:53,05, Kate Ziegler ha dal canto suo mancato per soli 95 centesimi il record mondiale, stabilito dalla sua compatriota Janet Evans nel lontano 1988.

Da notare che anche la terza classificata, la giapponese Ai Shibata è riuscita a scendere sotto i 16 minuti.

Una delle grandi favorite, la francese Laure Manaudou, è per contro completamente crollata, terminando a quasi cinquanta secondi dalla vincitrice.

Quattro nuovi record

La terza giornata dei Mondiali di Melbourne è stata contraddistinta da quattro nuovi record del mondo, tre dei quali nelle cinque finali.

Lo statunitense ha battuto il suo proprio record del mondo nei 100 metri dorso, fermando il cronometro a 52"98. Nella stessa prova, ma tra le donne, l'americana Natalie Coughlin ha fatto segnare 59"44, mentre il suo compatriota Michael Phelps ha battuto il record del mondo dei 200 stile libero in 1:43,86.

L'italiana Federica Pellegrini si è dal canto suo illustrata nelle semifinali dei 200 stile libero, concludendo in 1:56,47 e migliorando così il precedente record del mondo della tedesca Franziska Van Almsick.

swissinfo e agenzie

In breve

Flavia Rigamonti è nata a Breganzona (Ticino) nel 1981.

All'età di 10 anni si avvicina per la prima volta al nuoto e nel 1997 vince il primo importante titolo: campionessa europea juniores.

Durante la sua carriera si è aggiudicata una dozzina di medaglie prestigiose nelle lunghe distanze (800 e 1'500 m).

Tra queste, l'oro europeo a Helsinki nel 2000, l'argento ai Mondiali di Fukuoka (Giappone) nel 2001 e l'argento ai Campionati del mondo di Montreal nel 2005.

Con questo nuovo argento della ticinese sono cinque le medaglie conquistate nella storia dei Campionati del mondo dai nuotatori e dalle nuotatrici svizzere.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.