Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Assicurazione invalidità: votare e subito

La votazione federale sull'aumento dell'IVA per risanare l'assicurazione invalidità deve aver luogo il più presto possibile. Lo hanno chiesto venerdì i partiti di governo durante il tradizionale colloquio alla casa von Wattenwyl. L'aumento dell'IVA dovrebbe entrare in vigore nel 2010, come previsto.

A fine gennaio il Consiglio federale (governo) aveva deciso a sorpresa di rinviare la votazione del 17 maggio sull'aumento dell'Imposta sul valore aggiunto (IVA) a favore dell'Assicurazione invalidità (AI) al 27 settembre al più presto. In un periodo di crisi economica il governo teme infatti di non riuscire a convincere gli elettori ad accettare un aumento delle imposte.

La modifica costituzionale prevede un aumento differenziato dell'IVA nel periodo 2010-2016 per assicurare il finanziamento dell'AI. L'aliquota massima crescerebbe di 0,4 punti all'8%, mentre il tasso ridotto per i beni di consumo passerebbe dal 2,4 al 2,5%. Il tasso speciale per il settore alberghiero salirebbe di 0,2 punti al 3,8%.

"Tutti i partiti hanno manifestato una certa perplessità nei confronti della decisione del governo di rinviare la votazione", ha dichiarato Christian Levrat, presidente del Partito socialista svizzero (PS) a nome dei quattro partiti governativi (PS, PLR, PPD, UDC) che hanno partecipato al tradizionale incontro di casa von Wattenwyl.

Tre dei quattro partiti di governo ritengono che la riforma adottata dal parlamento nel 2008 costituisca una buona soluzione per risanare l'AI, ha sottolineato Levrat. I tre partiti governativi (PS, PLR e PPD) chiedono che l'aumento dell'IVA entri in vigore come previsto nel 2010.

Il presidente socialista ha assicurato che i partiti favorevoli al progetto sono pronti a svolgere una "campagna offensiva" per difendere il previsto aumento dell'IVA davanti a popolo e cantoni. L'Unione democratica di centro (UDC) non ha invece mai nascosto la propria opposizione a questa soluzione, dando la precedenza a ulteriori riduzioni delle prestazioni dell'AI.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×