Aumenta l'utile della Lonza

Buona annata nel 2001 per il gruppo Lonza Keystone

La Lonza ha realizzato un utile netto di 402 milioni di franchi nel 2001, in crescita del 30,1 % rispetto all'esercizio precedente.

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 gennaio 2002 - 10:42

Lo ha annunciato il gruppo attivo nelle specialità chimiche, precisando che Sergio Marchionne si ritira dalle responsabilità operative. Continuerà però a svolgere la carica di vicepresidente del consiglio di amministrazione (Cda).

Marchionne, che passa ai vertici della ginevrina SGS, sarà sostituito da Markus Gmünd, attualmente direttore della divisione Biologics. Il Cda propone agli azionisti della Lonza di portare il dividendo da 15 a 19 franchi. L'assemblea dovrà esprimersi anche su una suddivisione in dieci parti del valore nominale dei titoli.

Il giro d'affari delle attività mantenute ha segnato un incremento del 9,7 %, salendo a 1,868 miliardi di franchi. Non tenuto conto delle oscillazioni dei cambi, risulta un tasso di espansione del 10,8 %. L'utile operativo di tali attività è progredito del 9,2 %, passando a 357 milioni di franchi. Il dato sale a 446 milioni (+8,5 %) se si tiene conto anche delle attività dismesse.

Per l'esercizio corrente, la Lonza prevede di registrare un ulteriore rialzo del risultato operativo. Si attende inoltre un guadagno straordinario grazie alla vendita di attività nel campo dei polimeri alla società di investimento PPM Ventures, controllata dalla britannica Prudential. L'accordo dovrebbe essere perfezionato fra alcune settimane, indica la nota.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo