Avvertimento dell'Ue al governo portoghese in margine all'acquisto di Cimpor da parte di Holderbank e Secil

Se l'acquisto va in porto, Holderbank diventerà il numero uno sul mercato portoghese del cemento Keystone

Solo la Commissione europea è competente per valutare gli effetti sulla concorrenza dell'acquisto del cementificio portoghese Cimpor da parte di Holderbank e Secil. Lo ha ricordato il commissario europeo Mario Monti al ministro portoghese delle finanze.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 luglio 2000 - 14:02

L'opa lanciata dalla svizzera Holderbank assieme alla portoghese Secil ha dimensioni sufficienti per diventare una questione di esclusiva competenza di Bruxelles, si legge in una nota di Monti.

Se il Portogallo vuole impedire l'operazione per altri motivi, la Commissione europea dovrà accertare se tale decisione è compatibile con il diritto comunitario.

Le autorità portoghesi si erano opposte, la settimana scorsa, a una prima offerta di acquisto. Nel frattempo i due partner hanno presentato una nuova proposta.

Dopo un colloquio con il ministro portoghese Jaquim Pina Moura, Monti si dice convinto che il Portogallo seguirà la procedura usuale.

La nuova opa prevede che il Portogallo manterrà il diritto di veto nella Cimpor e conserverà la sua partecipazione del 12,7 percento. I due partner sono disposti a versare 4 miliardi di euro per avere la maggioranza delle azioni.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo