Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente della Confederazione Alain Berset (a destra) e quello francese Emmanuel Macron oggi a Parigi.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Il presidente della Confederazione Alain Berset, oggi in visita dal capo dello Stato francese Emmanuel Macron, ha approfittato dell'occasione per "riaffermare la volontà della Svizzera di progredire nelle relazioni con l'Unione europea".

Tra i due statisti vi è stato "un contatto molto buono", ha detto il capo del DFI. Berset e Macron non hanno però tenuto una conferenza stampa comune. Così non era stato lo scorso anno, quando la presidente della Confederazione Doris Leuthard si era presentata al fianco di Macron davanti ai rappresentanti dei media.

Oggi a Parigi i due presidenti hanno discusso anche di relazioni bilaterali, politica europea e questioni di attualità internazionale, come la situazione in Medio Oriente. Berset ha però tenuto in particolare ad illustrare al suo ospite l'attaccamento della Confederazione a solidi rapporti con Bruxelles. Sul tema di un accordo quadro istituzionale tra Berna e Bruxelles "abbiamo ancora una serie di quesiti, in particolare sulla libera circolazione delle persone e sulle misure di accompagnamento", ha riconosciuto. "Abbiamo ancora bisogno di trovare un equilibrio in Svizzera per poter andare avanti", ha spiegato a Macron. "Credo che questo messaggio è ben recepito".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS