Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Bertogliati interrogato in Francia

Anche il ciclista Rubens Bertogliati era tra i membri della squadra Lampre interrogati dalla polizia francese in relazione a un presunto caso di doping.

Tutti i ciclisti, fermati al termine della Parigi-Tours, sono stati rilasciati domenica.

Gli inquirenti hanno voluto ascoltare in particolare i ciclisti che hanno partecipato all'ultimo Tour de France con l'ex leader della formazione italiana, Raimondas Rumsas.

La polizia intendeva chiarire a chi erano destinati i prodotti proibiti rinvenuti nell'auto della moglie del lituano lo scorso 28 luglio alla frontiera tra Francia ed Italia.

«Coscienza a posto»

Lunedì mattina Rubens Bertogliati - due giorni in maglia gialla al Tour de France - ha preso l'aereo per fare ritorno in Ticino.

«Abbiamo ripetuto agli inquirenti - ha detto Bertogliati, raggiunto al Charles de Gaulle - la nostra estraneità ai prodotti dopanti rinvenuti nel baule di Edita Rumsas».

Vi allenavate in Francia da qualche giorno: la Polizia non poteva interrogarvi prima?

«Non ci sono piaciuti tempi e modi - ha concluso il ticinese della Lampre, fermato assieme a Ludo Dircksens, Alessandro Cortinovis e Marco Serpellini - ma in Francia è sempre così quando si parla di doping».

Da ricordare che Raimondas Rumsas, terzo all'utimo Tour de France, era risultato negativo a tutti i controlli effettuati sulle strade della Grande Boucle.

I prodotti dopanti trovati nell'auto della moglie a chi erano destinati? Non certo alla nonna di Rumsas, come dichiarato dalla moglie...

Filippo Frizzi

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.