Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Bilancio discreto per Swatch

Il fondatore della Swatch Nicolas Hayek può ancora sorridere, guardando verso il futuro

(Keystone)

Pur aumentando le vendite, il gigante svizzero dell'orologeria ha registrato una flessione del suo fatturato nel 2002.

Un risultato considerato discreto dagli analisti, tenendo conto della congiuntura sfavorevole a livello internazionale.

Per il secondo anno consecutivo Swatch Group ha registrato nel 2002 un giro d'affari in calo: il fatturato è diminuito del 2,9 % a 4,062 miliardi di franchi.

La regressione è comunque rallentata nel secondo semestre, situandosi a meno 1,9 %, puntualizza la società in una nota diramata mercoledì.

Queste cifre sono leggermente inferiori alle aspettative degli analisti. I risultati dettagliati saranno pubblicati il 27 marzo.

In valute locali, il fatturato del gruppo è tuttavia aumentato dell'1,1 % sull'arco dell'intero esercizio e del 2,6 % nel secondo semestre, rileva Swatch.

E ciò «malgrado l'instabilità politica mondiale, le prospettive incerte, la prudenza dei consumatori e un franco svizzero in aumento permanente».

Sul volume d'affari in franchi ha pesato una perdita di cambi di 166 milioni.

Ripresa economica ancora attesa

Il settore orologi ha registrato una progressione delle vendite in valute locali del 3,2 %, ma in franchi ha segnato una flessione dell'1,8 %. «In valute locali, tutte le marche importanti sono in crescita», ma l'aumento è stato maggiore per gli orologi di categoria superiore.

Il fatturato del settore produzione di movimenti e di componenti è progredito dell'1,9 % in divise locali e dell'1,2 % a 1,408 miliardi in franchi.

In netta discesa le vendite di sistemi elettronici, con un meno 10,2 % in valute locali e un meno 11,1 % in franchi a 375 milioni.

La ripresa economica mondiale tanto attesa «si è verificata solo limitatamente nel secondo semestre», sottolinea Swatch.

Il gruppo con sede a Bienne pronostica comunque che il rallentamento del calo nella seconda metà del 2002 avrà effetti positivi sull'utile operativo e quello netto.

Molte incertezze per il 2003

Per l'esercizio 2003, la società non formula ancora previsioni precise. «È troppo difficile date le incertezze attuali», ha spiegato la portavoce Béatrice Howald.

Il gruppo di Nicolas e Nick Hayek dedicherà particolare attenzione ai settori «lusso» e «gioielli». Quest'ultimo, in particolare, è considerato molto promettente.

Sul fronte delle acquisizioni, pur disponendo di una «consistente liquidità» il numero uno mondiale dell'orologeria «non cerca forzatamente di rilevare aziende», ha detto la portavoce.

Ad ogni modo «non diremmo di no se si presentassero delle opportunità», ha aggiunto Béatrice Howald.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Nel 2002 il gruppo Swatch ha raggiunto un fatturato di 4,062 miliardi di franchi.
La diminuzione, rispetto al 2001, è pari al 2,9%.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×