Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Biologo basilese tra i laureati Balzan 2002

Il professor Walter Gehring, premiato per le sue ricerche in biologia

(Keystone)

I 4 prestigiosi premi sono stati attribuiti a due professori francesi, un americano e uno svizzero.

Ogni premio è dotato di una somma di 1 milione di franchi, di cui la metà è da utilizzare per lavori di ricerca condotti con giovani.

Il ricercatore e biologo basilese Walter Gehring, 63 anni, è uno dei quattro vincitori dei Premi Balzan 2002. Assieme a lui sono stati ricompensati Dominique Schnapper (Francia) per la sociologia, Xavier Le Pichon (Francia) per la geologia e Anthony Grafton (Stati Uniti) per la storia degli studi umanistici.

I nomi dei premiati sono stati dati martedì a Milano alla sede della Fondazione internazionale Premio Balzan dall'ambasciatore Sergio Romano. L'ex-ambasciatore e storico italiano è stato nominato l'anno scorso alla testa del Comitato Generale Premi, in sostituzione del defunto Carlo Bo.

Dopo il Nobel, i Premi Balzan sono considerati tra i più prestigiosi al mondo. Le discipline premiate cambiano ogni anno: vengono infatti scelti filoni di ricerca nuovi, emergenti o anche trascurati da altri grandi premi.

I nuovi laureati

Walter Gehring, nato nel 1939, professore presso la divisione di Biologia cellulare all'università di Basilea, è stato premiato per i suoi contributi fondamentali alla scoperta di un principio universale alla base della architettura corporea e dello sviluppo dell'occhio nei metazoi.

Dominique Schnapper, 68 anni, direttrice dell'"Ecole des Hautes Etudes en sciences sociales" di Parigi per la sociologia, si è distinta per le sue analisi sull'evoluzione della società contemporanea.

Anthony Grafton, 52 anni, professore di storia all'Università di Princeton, ha ricevuto il premio 2002 per rilevanza della sua opera sulla storia della cultura umanistica.

Xavier Le Pichon, 65 anni, professore di geodinamica al "Collège de France" di Parigi per la geologia, viene considerato uno dei pionieri della teoria della tettonica a placche.

Fondi per la ricerca

Per la seconda volta quest'anno, i premiati dovranno devolvere la metà dell'importo ricevuto - un milione di franchi ciascuno - alla ricerca condotta da giovani scienziati. Questa condizione è stata posta dalla Fondazione Balzan quando l'ammontare dei premi è stato raddoppiato, passando da 500'000 franchi ad un milione.

I Premi sono selezionati da un comitato di 18 studiosi ed accademici europei che esamina centinaia di candidature provenienti dal mondo intero.

La Fondazione Balzan è stata costituita nel 1956 ed ha sede a Milano e Zurigo. E' sorta per volere di Lina Angela Balzan, figlia del giornalista ed industriale italiano anti-fascista Eugenio Balzan. Rifugiatosi a Lugano durante la seconda guerra mondiale, vi è rimasto sino alla morte.

Lina Balzan ha utilizzato la fortune ereditata dal padre alla promozione della cultura, della ricerca e dell'impegno umanitario.

La cerimonia di premiazione ha luogo, in alternanza, a Berna e Roma. Quest'anno si svolgerà il 13 novembre, all'Accademia dei Lincei di Roma in presenza del Presidente della Repubblica italiana, Carlo Azeglio Ciampi.

Gemma d'Urso/Milano

Fatti e cifre

I premi Balzan vengono conferiti dal 1961
87 premi sono stati assegnati finora (tra cui a 6 svizzeri)
Ogni premio corrisponde a 1 milione di franchi

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×